PRODUCT

 

"A Very Lonely Solstice" cattura un momento toccante nel tempo. La registrazione è stata originariamente trasmessa come evento in live streaming nel solstizio d'inverno del 2020, pochi giorni dopo che New York ha dichiarato lo stato di emergenza che ha nuovamente inasprito le restrizioni in risposta all'aumento dei casi di COVID-19. Pecknold descrive il set come "me da solo nella notte più lunga dell'anno ... onorando la solitudine del 2020 con un filo di nylon e alcune canzoni vecchie e nuove". I fan di tutto il mondo si sono sintonizzati mentre erano in quarantena a casa, trovando conforto e un senso di comunità in un periodo di estremo isolamento. Gran parte della performance mostra un focus solista su Pecknold che offre arrangiamenti acustici di canzoni preferite dai fan che coprono il catalogo di Fleet Foxes. Le selezioni coprono tutti e quattro gli album in studio della band, compreso il loro album di debutto omonimo del 2008 ("Tiger Mountain Peasant Song") a Helplessness Blues ("Blue Spotted Tail") del 2011 e Crack-Up del 2017 ("If You Need To, Keep Time On Me"), fino alla loro ultima uscita, Shore. Resistance Revival Chorus si unisce ai brani di Pecknold on Shore "Wading In Waist-High Water" e "Can I Believe You". Presenti anche: una cover di "In The Morning" di Nina Simone e un riarrangiamento del tradizionale "Silver Dagger".

FLEET FOXES - VERY LONELY SOLSTICE