PRODUCT

Essenziale è il titolo dellultimo e 17° album di Massimo Priviero, storica voce del Rock italiano che ha saputo conservare tutta la sua genuina e graffiante pasta, la stessa che ha caratterizzato i suoi 30 anni di carriera. Essenziale è un titolo ma è anche una dichiarazione: le canzoni-tutte firmate da Massimo, si spogliano delle chitarre elettriche e si costruiscono attorno alla sostanza, allimportanza del testo e dellinterpretazione vocale. Un album rock alla Dylan, alla Springsteen, senza alcun timore di andare controcorrente, di dichiararsi senza tempo. La tracklist risulta ricca di poesia anche dagli stessi titoli dei brani. Un album pensato e realizzato in piena pandemia , con arrangiamento sì, essenziale, ma che non si priva dellenergia di una sezione ritmica, un pieno strumentale, o da cori epici e popolari che collocano ancora di più questo disco nel Rock dautore. ll mio nuovo album Essenziale è un lavoro ad alto tasso poetico ed emozionale con sonorità e valori di vita evidenziati nei testi e nei suoni, spesso acustici, un album senza tempo. Ho iniziato a lavorare su questo album nella primavera 2020, comporre, scrivere e registrare è stato quasi naturale quanto inaspettato. Per strada, mi accorgevo che tutto quel che usciva aveva un unico e preciso filo conduttore. Storie difficili ed intense o cose leggere, visioni del mondo o dichiarazioni di valori e sempre un ipotetico filo rosso che chiamerei forza di vivere. Allinizio, pensavo di registrare lintero album chitarra e voce, poi si sono aggiunti nuovi suoni, strumenti ed arrangiamenti che mi hanno aiutato a tradurre meglio quel che avevo in anima. E un album che ha genesi acustica. E rock dautore, canzoni di 6 ed altre di 4 ben memorizzabili ma è un album essenziale e lessenzialità può vincere, va oltre qualsiasi moda arrivando a generazioni diverse. Ho cercato più poesia possibile. Ho usato la voce in maniera emotiva andando verso il rock dautore di cui sono figlio, per condividere e comunicare il mio modo di stare al mondo e bussare alle porte di quella che talvolta chiamo la mia gente

MASSIMO PRIVIERO - ESSENZIALE